Al lavoro, Casalinga Ideale!

Buon giovedì a tutti/e! Oggi per la rubrica Al lavoro, mamma!

Al lavoro mamma

l’ospite d’onore è Giorgia, mamma di tre ragazzi, casalinga per scelta ma super organizzata, anche sul web: il suo sito La casalinga ideale è una simpatica e utile guida alla sopravvivenza domestica. Fateci un giro per trovare spunti e consigli per la vita di tutti i giorni!

Ecco il suo Mom Identikit:

mom identikit casalinga ideale

Che lavoro facevi prima, Giorgia?

Ho lavorato come ragioniera full time in uno studio privato per circa 12 anni. Non è che poi la cosa sia cambiata molto in seguito. Dopotutto quadrare un bilancio familiare è molto più difficile.

Come hai maturato la scelta di fare la mamma e la casalinga a tempo pieno?

E’ stata una decisione molto ponderata, di comune accordo con mio marito. Finito di pagare il mutuo di casa (non si fanno scelte avventate se la situazione non lo consente!) ho voluto crescere i miei figli e godere della mia casa non solo nel we.

Cosa hai fatto per trasformare la tua scelta in una professione?

Non si può dire che fare la casalinga sia propriamente una professione poiché non esiste retribuzione. Tuttavia in un periodo di crisi come questo, riuscire ad arrivare a fine mese col solo stipendio del marito, intrattenere rapporti con medici, professori, gestori delle utenze e abbonamenti, trovando il modo migliore di risparmiare, nonché organizzare viaggi, cene, feste comandate mettendo d’accordo tutti , coordinare la forza lavoro in casa (marito e figli collaborano sempre?) prendere decisioni importanti insieme ai figli per il futuro, è pur sempre imprenditoria femminile.

Quali misure si potrebbero adottare per favorire la conciliazione di maternità e lavoro?

Il telelavoro da casa, la remunerazione per un incarico svolto correttamente (e non per le ore che si passano a scaldare una scrivania lntane da casa o dai bimbi piccoli), sono solo i primi passi per gratificare una mamma/lavoratrice.  Una mamma che lavora è serena in casa e fuori.

Dai un consiglio alle mamme che vorrebbero seguire il tuo esempio.

Riconoscere lo stato di “casalinga” come una figura positiva e produttiva può evitare inutili  e dannose frustrazioni.  Se fare la casalinga non è una scelta ma un ripiego tutto diventa più complicato.

Se avete dei dubbi prendete un foglio e stilate i pro e i contro. Se stare a casa può creare disagio e sofferenza fare la casalinga non vi si adatta, ma se al contrario vi  rende felici e serene, allora non curatevi di chi vi dirà “ma sei matta???” Ci saranno sempre persone che penseranno a voi come donne poco soddisfatte e frustrate.

Se tornassi indietro mille e mille volte farei la stessa scelta.

E per finire, libero spazio allo sfogo: tutto quello che non hai mai osato dire/chiedere/gridare!

Io, invece vorrei dirlo sottovoce, sperando che accada.

Lavorare da casa. Questo vorrei. Mi piace scrivere, da sempre. Per far spazio ai libri incompiuti nel cassetto, ho dovuto cambiar posto alle mutande…poi un giorno…ho pubblicato il mio primo ebook (La Casalinga Ideale Ebook) che forse diventerà un libro, … nel frattempo scrivo sul mio sito, scrivo liste della spesa, planner menu settimanali, prospetti per sfaccendare organizzata. Poi ancora pensieri, citazioni, diari. Insomma posso ritenermi una checklist dipendente e una scrittrice compulsiva!

 

Grazie Giorgia! Si leggono tra le righe il tuo entusiasmo e la tua serenità. Per molte donne fare la casalinga è un ripiego o una mancanza di alternative, invece la scelta che hai fatto tu è stata consapevole, meditata e portata avanti con convinzione. Certo che fare la scrittrice in riva al mare non dispiacerebbe a nessuna… nel frattempo, enjoy every single day!

Se anche voi vorreste dire la vostra in tema maternità e lavoro, mandatemi una mail a info.mammaalcubo@gmail.com e sarete le protagoniste delle prossime interviste. Al lavoro, mamme!

3 commenti su “Al lavoro, Casalinga Ideale!

  1. LISA Rispondi

    Complimenti a Giorgia; io sono una che non riuscirebbe a fare la casalinga a casa. mi piace il mio lavoro ma se potessi fare un part time sarebbe meglio!!

  2. Giorgia Rispondi

    Grazie Deborah per la bella opportunità!
    Per Lisa…è vero!! Se si potesse lavorare la giusta “dose” per poter apprezzare meglio anche la casa sarebbe l’ottimo!!

    • Mammaalcubo Autore articoloRispondi

      E’ un piacere per me conoscere così tante storie diverse e mettere in comune le nostre esperienze. Grazie a te per la disponibilità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *