Al lavoro, Fortunatanellasfortuna!

Continuano le interviste alle mamme sul tema lavoro per la rubrica Al lavoro, mamma!

Al lavoro mamma

Oggi vi presento Fortunatanellasfortuna, lavoratrice miracolata dal part-time, manager ormai declassata (perché l’onta della maternità si paga), con un marito despota e distratto a cui tener testa e una vita costellata da una buona dose di guai…superati grazie ad un pizzico di fortuna! Fortuna soprattutto nell’essere diventata mamma di una bimbetta di 15 mesi tutto pepe, nonostante una precedente diagnosi di infertilità.

Il suo diario on line è dolce e sarcastico allo stesso tempo. Viste le frecciatine virtuali che tira in tema lavoro, Fortunata ha scelto di rimanere anonima altrimenti verrebbe licenziata in tronco…

Non me lo posso permettere: sto per accollarmi un lughissimo mutuo per l’acquisto di una casa!!!

Ecco il suo Mom Identikit:

mom identikit fortunatanellasfortuna

Fortunata, che lavoro fai?

Dipendente in una azienda

Che differenze ci sono nel lavoro tra prima e dopo essere diventata mamma?

Da manager a tappabuchi part-time: quisquilie! ;-)))

Quali difficoltà trovi nella gestione di casa e famiglia?

Prima non avevo figli, ma ero in giro fuori casa per lavoro anche per diversi giorni di seguito, ora riesco ad organizzarmi meglio, la mia vita è più regolare.

Cosa fai per superarle?

La maternità mi ha insegnato a rubare tempo al sonno…finchè resto in piedi…

Quali misure si potrebbero adottare per favorire davvero la conciliazione di maternità e lavoro?

Per iniziare, bisognerebbe concedere il part-time a chi lo desidera, dovrebbe essere un diritto e non un’utopia!

Dai un consiglio alle mamme lavoratrici.

Stringiamo i denti; siamo svantaggiate nel mondo del lavoro (e non solo) ma almeno al rientro casa abbiamo un dono inestimabile che ci scalda il cuore: i nostri figli. Tutto ciò che facciamo è per garantir loro un futuro migliore!

E per finire, libero spazio allo sfogo: tutto quello che non hai mai osato dire/chiedere/gridare!

Se non posso scrivere parolacce, non vale!

 

Grazie Fortunata per averci raccontato la tua esperienza. Passare da manager a tappabuchi non dev’essere una bella sensazione, soprattutto se non puoi nemmeno bere un caffè al di fuori dell’orario temporizzato delle macchinette (ma che tortura!!!). La felicità di essere mamma che racconti ogni giorno è la tua rivincita su tutto ed è la forza più grande!

Se anche voi vorreste dire la vostra in tema maternità e lavoro, mandatemi una mail a info.mammaalcubo@gmail.com e sarete le protagoniste delle prossime interviste.

Al lavoro, mamme!

6 commenti su “Al lavoro, Fortunatanellasfortuna!

  1. sandra Rispondi

    A proposito delle macchinette temporizzate: hanno cambiato gli orari!!!
    Ora si può bere il caffè o prendere acqua e merendine fino alle 8.30 del mattino e dopo le 18.00…fuori dall’orario lavorativo, naturalmente!
    Siamo tutti tentati di fare dello straordinario (non pagato) pur di usufruirne, AHAHAHAH!!!

  2. Fortunatanellasfortuna Rispondi

    A proposito delle macchinette temporizzate: hanno cambiato gli orari!!!
    Ora si può bere il caffè o prendere acqua e merendine fino alle 8.30 del mattino e dopo le 18.00…fuori dall’orario lavorativo, naturalmente!
    Siamo tutti tentati di fare dello straordinario (non pagato) pur di usufruirne, AHAHAHAH!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *