Al lavoro, Ominouovo!

Bentornati e bentornate dalle vacanze: torna la nostra rubrica Al lavoro, mamma!

Al lavoro mamma

che riparte alla grande, più carica che mai!

Oggi vi presento Cristina e il suo blog Ominouovo, il racconto tragicomico di ciò che le succede in negozio e tra le mura di casa, in cui si aggirano un cucciolo d’uomo e un dobermann. E un Ominouovo, ovviamente.

Ominouovo non perchè io sia così: serena, sorridente, semplice e…gialla. Ma è come vorrei essere (soprattutto gialla). E’ come vorremmo essere un po’ tutti.

Quei momenti in cui metti in dubbio il tuo passato – “cosa sarebbe stato se” – o deleghi la tua felicità al futuro se -“chissà se riuscirai a”-. E’ in questi momenti che ti serve un OMINOUOVO, anche solo da guardare. Un sorriso su uno sfondo giallo, niente di più. Non risolve le cose, ma senza che tu te ne renda conto per un attimo, un breve attimo, avrai messo da parte insofferenze e preoccupazioni.

La vita è una, ed è ORA.

Ecco il suo Mom Identikit:

mom identikit ominouovo

 

Che lavoro fai Cristina?

La commessa.

Ci sono differenze nel lavoro tra prima e dopo essere diventata mamma? Quali?

Sì, molte. Ho scritto un post a riguardo. Se dovessi riassumerle: quelli che prima pensavi fossero problemucci lavorativi ora li gestisci con un ESTICAZZI, In pausa pranzo cerchi di riposarti il più possibile, prima non guardavi mai il telefono, ora lo guardi sperando di non trovare chiamate senza risposta dall’asilo nido, ora quando faccio il turno di chiusura e finisco la sera tardi nessun LUI mi può venire a prendere.

Quali misure si potrebbero adottare per favorire davvero la conciliazione di maternità e lavoro?

Rispetto delle leggi (e ce ne sono molte) che tutelano la madre lavoratrice  e concessione del Part-time, Part-time, Part-time, Part-time e…l’ho già detto Part-time? Sì ma non quello verticale che non risolve i problemi serali. I vecchi part-time orizzontali che ora sembrano essere solo figure mitologiche mai esistite.

Dai un consiglio alle mamme lavoratrici che ci leggono.

Informatevi. Fatelo sempre e fatelo bene. Chiedete aiuto a consulenti del lavoro se necessario. Esistono leggi ben precise che agevolano il rientro della madre al lavoro. Spesso le aziende fanno finta di niente e se non siete voi per prime a richiedere QUELLO CHE VI SPETTA PER LEGGE, nessuno ve le darà mai. E se non lo fate per pudore o per timore di creare problemi a qualcuno ricordate che nessuno vi verrà a dare una medaglia e l’unico che ci rimetterò sarà vostro figlio. L’informazione PRIMA DI TUTTO.

E per finire, libero spazio allo sfogo: tutto quello che non hai mai osato dire/chiedere/gridare!

A tutti i clienti che mi chiedono dov’è il bagno: “FATE LA PIPì PRIMA DI USCIRE DI CASA!”

Al settore del commercio in generale: “Verrà un giorno in cui con calma, dignità e classe, ti dirò ADDIO. Con un sorriso da Ominouovo!”

 

Grazie Cristina per averci fatto sorridere e riflettere. Chissà in quanti ti chiedono dov’è il bagno, mentre tu non vedi l’ora di tornartene a casa. Chissà quante come te hanno un lavoro che non sentono loro, ma che tengono stretto per riuscire a bilanciare i conti di casa. Ti auguro di riuscire a fare il grande salto e trovare ciò che cerchi, anche stravolgendo gli schemi se serve! Tipo, che ne so, facendo la dog sitter? O l’addestratrice di cani?

Se anche voi vorreste dire la vostra in tema maternità e lavoro, mandatemi una mail a info.mammaalcubo@gmail.com e sarete le protagoniste delle prossime interviste.

Qualunque sia il vostro, o se lo cercate e non l’avete, Al lavoro, mamme! (perchè siamo toste, non dimentichiamolo mai!)

3 commenti su “Al lavoro, Ominouovo!

  1. La Cri - OMINOUOVO Rispondi

    Grazie a te dell’intervista!! La dog sitter sarebbe bello ma solo se posso portare milioni di PLUTO con me ahaha.

    Spero anche io in un cambiamento e mi sto adoperando in tal senso.

  2. Lello Rispondi

    Da quando leggo il blog di Ominouovo mi sono convinto che nulla è impossibile: basta avere grinta! E Cristina ne ha da vendere 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *