Al lavoro, papà!

La consueta rubrica del giovedì

Al lavoro mamma

oggi ha uno special guest che se ne sta sempre dietro le quinte, o meglio, dietro una tastiera e un monitor. Lui, perchè è un lui la persona che ci dirà la sua oggi, è un papà abbastanza anti social: non ha un blog, non commenta mai e non aggiorna mai status, foto, profilo (tra l’altro Mr Facebook sta facendo pulizia degli utenti inattivi, date un segno di vita se ci siete ancora!). Ma legge, ispira, consiglia, ascolta, sopporta. E’ il mio ingegnere elettronico di fiducia che sta rendendo possibile tutto quello che di più straordinario sto vivendo da una decina di anni a questa parte.

Non mi perdo più in chiacchiere, ecco il suo Dad identikit e la sua intervista:

dad identikit

Raccontaci un po’ il tuo lavoro!

Hum, vediamo, potrei dire che mi occupo di sistemi informatici per la raccolta e l’elaborazione di dati  in tempo reale. Insomma, per i non addetti ai lavori, gioco con computer più o meno grandi , con tanti  pulsanti, che macinano milioni di numeri e sputano fuori altri numeri, tabelloni e soprattutto tanti bellissimi grafici colorati. Quel codice strano che vedete stampato sulla scatola di biscotti che avete appena finito di sgranocchiare potrebbe essere uscito proprio da uno di questi computer.

Cosa ti appassiona di più?

Sperimentare tecnologie nuove per risolvere problemi vecchi e nuovi.

Cosa cambieresti invece se non avessi nessun vincolo economico, di tempo, di spazio?

Continuerei a divertirmi con l’informatica, dedicherei più tempo alle persone a cui voglio bene, viaggerei un po’ per il mondo con mia moglie e i miei figli.

Cosa potrebbe fare un papà per sostenere la propria moglie/compagna che lavora?

Bhe , dipende dalla moglie/compagna e dal lavoro: ci sono donne che apprezzerebbero molto un aiuto “fisico” alle faccende di casa e alla gestione dei figli, altre che invece basterebbe che il marito/compagno si prendesse cura almeno delle sue (di lui) di cose …

Dai un consiglio ai papà che ci leggono.

Ascoltate le vostre donne quando parlano, ma soprattutto quando sono in silenzio. E se avete la fortuna di avere una moglie blogger, leggete sempre le vostre donne! Si capiscono tante cose e si impara ad amarle di più… E soprattutto capite perchè quando parlate con gli amici sanno già tutto quello che vi è successo nell’ultimo mese e non perdete tempo a raccontarlo.

E per finire, cosa sogni per il futuro (ci accontentiamo anche di un sogno piccolo, tipo cosa vorresti come regalo per la tua festa oggi? La mamma non ha avuto nessuna idea geniale stavolta!)

Bhe, per la festa del papà questa intervista è già un regalo, per il futuro… una bella gita in montagna, una beagleboard, un viaggio in Danimarca, una stanza da dedicare a laboratorio creativo,  può bastare?

 

Direi di sì, anzi adesso devo assolutamente googlare “beagleboard” perchè come sempre sono impreparata su queste cose (e visto che ho avuto il via libera posso cominciare a organizzare il viaggio a Legoland ihihih)

Buona festa del papà a tutti i nostri specialissimi papà!

3 commenti su “Al lavoro, papà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *