Al Muse con i bambini

Amanti della natura e della scienza e bambini di tutte le età: se non siete ancora stati al Muse, il Museo delle Scienze di Trento, è ora di rimediare! È un posto davvero imperdibile, in cui percorrere le tappe della vita sulla Terra in una giornata sola senza accorgersi del tempo che passa.

Si entra a piano terra ma l’esposizione inizia dalla cima: al quarto piano ci si trova sulle vette alpine tra i ghiacci, mentre scendendo al terzo si comincia a esplorare la natura con la sua biodiversità. Animali imbalsamati che sembrano veri popolano il piano, mentre per i piccoli esploratori c’è un angolo tutto da scoprire con alberi in cui poter entrare, pelouche da coccolare, cassetti da aprire con zampe e ossa vere e infine un touch screen con giochi divertenti sull’alimentazione degli animali.

muse interno dal basso

muse volpe

muse bosco da esplorare

Il secondo piano è dedicato alla geologia e ai minerali, con una sezione dedicata ai rischi ambientali. In un angolo nascosto del museo si arriva ad esplorare l’universo e le leggi della fisica, modificando lo spazio con la propria massa

muse esperimenti scientifici

e facendo comprimere ed espandere le galassie a proprio piacimento

muse esperimenti scientifici universo

Al primo piano si viaggia nella storia ripercorrendo le tappe dell’evoluzione, dai primi uomini al futuro globale. Si torna quindi al piano terra, dedicato interamente alla scoperta dei sensi. Qui si può e si deve toccare tutto per far ondeggiare molle,

muse molla

capire come funzionano le mani robotiche (avevate dubbi che lui si fermasse proprio qui???),

muse mano robotica

sdraiarsi sul letto del fachiro e vedere la propria immagine ripresa dalla telecamera a raggi infrarossi.

muse telecamera infrarossi

Mentre Gabriele si dilettava con l’informatica,

muse schermo interattivo

io e Nicolò siamo entrati al Maxi Ooh!, la sezione dedicata ai piccoli visitatori (fino ai 5 anni) accompagnati da mamma o papà. Tappetoni, poltrone a dondolo, capanne morbidose, capanne di libri, strumenti musicali e due maxi bolle in cui si entra in un mondo parallelo in cui i bambini possono saltare, rotolare, toccare, sdraiarsi, sedersi sui cuscini sasso che fanno fiorire fiori luminosi.

muse maxi ooh fiore e sassi

muse maxi ooh capanna

Anche il bagno è tondo e tutto da scoprire, tra bolle di specchi e bolle di sapone dalla doccia.

muse maxi ooh specchi bagno

E per finire, che Museo delle Scienze sarebbe senza gli scheletri dei dinosauri? Ecco che nel seminterrato ci si arriva,

muse dinosauro ingresso

muse dinosauri

c’è anche il triceratopo, il mio preferito da quando sono bambina!

muse triceratopo con mamma al cubo

A completare il tour ci pensano la serra tropicale e la terrazza panoramica, da cui si possono ammirare le montagne e il verde attorno a Trento.

Tutte queste meraviglie sono all’interno di un’architettura mozzafiato fatta di vetrate e scale, in cui gli animali restano sospesi al centro dei piani e la luce entra prepotente per non farti perdere nemmeno un dettaglio (ma anche la sera il Muse si fa bello dentro e fuori!)

12343000043_4184d73cae_k

Foto: MUSE_®Hufton+Crow

Se ancora non avete fatto le valigie, c’è da sapere anche che il Muse ha appena ricevuto una menzione speciale del Premio Emya 2015 per innovazione e creatività: “Stimolando una positiva relazione tra natura, scienza a favore della società, il MUSE dimostra grande impegno nella democratizzazione dell’accesso alla cultura, nella promozione dell’esplorazione, nella scoperta e nella diffusione della consapevolezza per le problematiche correnti, in particolar modo delle questioni legate alla relazione tra natura, patrimonio culturale e sostenibilità ambientale”.

Dimenticavo, prima di partire vi consiglio di prenotare il biglietto on line per evitare code all’ingresso, avere l’orario di entrata certo e riuscire a gustarvi con calma i diversi piani del museo. Se però non ce la fate non disperate, vicino alla biglietteria ci sono il bar e lo shop dove non ci si annoia di certo 😉

Buon Muse a tutti!

2 thoughts on “Al Muse con i bambini

  1. Claudia & Topastro Risposta

    Che meraviglia il MuSe. Credo che siano poche le persone che ne escono deluse. Io e Samuele lo abbiamo visitato diverse volte e abbiamo avuto la fortuna di partecipare anche alla Nanna al MuSe, è stato bellissimo dormire di fianco ai dinosauri, quasi sotto allo scheletro della balenottera. Un museo che vale davvero davvero la pena di visitare. Bello, moderno, interattivo e con personale gentile, competente e molto presente

    • Mammaalcubo Autore articoloRisposta

      Forte la notte al museo, quella ci manca!
      Oltre alle bellezze del museo, sono rimasta anch’io molto colpita dall’organizzazione e dal personale: si distingue proprio dagli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *