Come organizzare lo studio e vincere la sfida del tempo

Le prime campanelle sono suonate ormai da qualche settimana e tutti gli studenti sono tornati (o appena arrivati) sui banchi. Come sono andati i primi giorni? Con quale spirito stai affrontando la routine scolastica? Se sei ancora frastornato è del tutto normale, ma è importante trovare il ritmo giusto ed affrontare lo studio in modo efficace, avere un piano d’attacco ed imparare a gestire bene il tuo tempo, in modo da affrontare quest’anno con il giusto sprint.

Prima di vedere come fare dimmi la verità: non vedevi l’ora di rivedere amici e insegnanti oppure saresti stato benissimo ancora qualche mese in vacanza? Sei il tipo che chiacchiera con tutti o sei più timido? Fai i compiti volentieri o solo sotto tortura? La storia potrebbe essere infinita perché ogni ragazzo è un mondo a sé e ciascuno affronta il nuovo inizio a modo suo, ma c’è una sfida che riguarda tutti: la gestione del proprio tempo.

Tanti modi di vivere un solo tempo

Il tempo in cui siamo immersi è un qualcosa di oggettivo e misurabile, ma ciascuno di noi lo vive in maniera diversa rispetto agli altri e in funzione dei diversi momenti del proprio percorso possiamo sentirlo scorrere con sensazioni differenti.

C’è chi lo riempie ogni minuto con qualcosa, chi corre sempre, chi se la prende con calma, chi tende a rimandare azioni e decisioni perché tanto “c’è tempo”, lo possiamo fermare amplificando un’emozione o possiamo non vedere l’ora che un certo istante finisca. Anche se il tempo è lo stesso per tutti, ciascuno sceglie più o meno consapevolmente di impiegarlo in maniera diversa.

Imparare a gestire il tempo dello studio

Indipendentemente da quale sia il tuo punto di partenza e di quale sia il tuo modo di vivere il tempo, quando si tratta del tempo dello studio la sfida si fa importante e all’inizio non è facile riuscire ad avere consapevolezza ed autonomia, ma per aiutarti nell’impresa esistono una serie di trucchi e strategie che possono aiutarti a gestirlo nel modo migliore.

Pianifica

Non lasciare il tuo lavoro al caso e non arrivare all’ultimo momento. Nel fine settimana fai ordine tra tutto ciò che hai da fare nei giorni successivi: fai un riepilogo di quali materie, quali argomenti, quali compiti dovrai svolgere. Stima un tempo necessario, oppure decidi quando fare che cosa. Può sembrare noioso o faticoso, ma con lo strumento giusto vedrai che sarà tutto più facile!

Per aiutarti a pianificare ho creato un nuovo planner: non c’è niente di meglio di un planner personalizzato per lo studio per tenere tutto sott’occhio e fare ordine tra tutti i compiti e le materie da studiare.

planner-studio-personalizzato

Rimani concentrato

Dopo che ti sei fatto un’idea di cosa, quanto e quando studiare, è ora di mettersi al lavoro! Inizia a fare quello che hai deciso di fare, mantieni la concentrazione e quando avrai finito il tempo libero sarà ancora più piacevole perché sarai senza pensieri!

Una volta pianificato ed iniziato lo studio, questa è la parte più difficile: mantenere la concentrazione per un tempo sufficientemente lungo da essere efficace. Ok, ma lungo quanto? E cosa puoi usare per aiutarti? Se la motivazione e la forza di volontà da sole non bastano potresti usare un’app: ne esistono molte legate a questa tematica ma personalmente trovo che Forest e Mars craft siano le più simpatiche ed efficaci.

Con la prima pianti un alberello ogni volta che inizi a studiare (o ogni volta che devi rimanere concentrato su una certa attività) ed imposti un tempo. Se riesci a concentrarti senza guardare il cellulare, il tuo albero cresce ed accanto a lui ne cresceranno tanti altri, fino a formare una vera e propria foresta. Se non ce la fai a rispettare il tempo scelto ed interrompi lo studio, il tuo alberello seccherà. Con l’app puoi vedere i tuoi progressi e le statistiche del tuo impegno, oltre che ovviamente ammirare il verde rigoglioso conquistato grazie alle tue fatiche! Mars craft funziona allo stesso modo, ma invece di una foresta devi creare una base per gli astronuati su Marte. Davvero spaziale!

Chiudi i cerchi

Ultimo, ma non meno importante: termina ciò che hai iniziato. Rimanere concentrato ti fa focalizzare su un compito e su un’attività specifica, ma potrebbe non bastare. Potresti rimanere concentrato per poco e poi comunque smettere di studiare, passando a fare qualcosa d’altro e arrivando magari a metà dell’obiettivo. Ti sembrerà di trovare ristoro, ma in realtà così facendo farai ancora più fatica a concentrarti nelle attività successive perché il tuo cervello avrà delle finestre aperte e te le riproporrà quando meno te l’aspetti, distraendoti e facendoti perdere i pezzi. Se invece chiudi i cerchi, la tua mente sarà libera da pensieri in progress e potrà affrontare meglio ciò che sta facendo. Concedersi delle piccole pause va bene, serve a recuperare le energie, ma poi torna e termina ciò che hai iniziato. Inizia e poi finisci, apri e poi chiudi. Il tuo cervello andrà alla grande e ti accorgerai della differenza.

Puoi aiutarti facendo delle liste, in cui cancellerai ad una ad una le attività che porterai a termine. Fissa anche degli obiettivi più grandi, non troppo dettagliati, da tenere sempre vicino per ricordarti la direzione che hai preso e riuscire ad arrivare con successo alla meta. Puoi usare per aiutarti una Goal list, dove indicare i tuoi obiettivi, i passi per raggiungerli e i tempi. Ti aiuterà a ricordare la meta da raggiungere e a non lasciare a metà il tuo percorso.

Alla guida del tuo tempo

Se è vero che non possiamo cambiare il tempo, è vero però che possiamo cambiare il modo in cui lo gestiamo. Comincia il viaggio alla scoperta di te stesso e affronta lo studio con una grinta nuova, diventando padrone del tuo tempo.

La cattiva notizia è che il tempo vola, la buona notizia è che il pilota sei tu!

Micheal Althsuler

Pianifica, rimani concentrato e chiudi i cerchi. Vedrai come volerai in alto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *