Di corsa

Volevo raccontarvi della mia corsa in campagna. Dell’aria fresca attraverso gli alberi, del cielo azzurro puntellato da qualche nuvola. Di incontri per caso, dell’incrocio con altri runners, quelli esperti che hanno fiato da vendere a quelli improvvisati come me, di biciclette, monopattini, bambini che si godono la primavera.

running-woman

Invece vi devo raccontare un’altra corsa: quella che ho fatto dietro alla micia e ai bambini per casa, perchè quella che mi ero pregustata fin da ieri in realtà non sono riuscita a farla. Parentesi di sconforto e tragedia, visto che i momenti di ispirazione sportiva arrivano pochissime volte all’anno e in questi giorni mi sentivo proprio carica. Uffa.

Arrivo a casa già con mezz’oretta di ritardo rispetto al piano di marcia perchè il signore alla cassa davanti a me non ha pesato le mele e deve tornare indietro, proprio quando ho appena finito di scaricare il carrello. Aspettiamo. Non ci vado mai in quel supermercato, sono fan del pagamento super rapido con il Presto Spesa, ma oggi volevo andare a correre ed ero di strada nel tornare dall’ufficio, mannaggia a me!

Poi nel mastodontico cantiere della Bre Be Mi cambiano l’ennesimo pezzo di strada sotto il cavalcavia, facendo ruotare il traffico in un susseguirsi di curve che nemmeno a Montecarlo… I camion sembrano essersi moltiplicati per mitosi, sono tutti intorno a me e vanno lentissimi. Dai dai dai che è tardiiiii!

gattoArrivo a casa, scarico la spesa e trovo la sorpresa top dei top: tutto il pavimento leopardato, pieno di chiazze misto vomito della micia, che da ieri sera non ha tutte le funzioni digestive in regola. Pulisco il pavimento e faccio una lavatrice di tappetini. A questo punto mi merito una bella doccia, ed è già ora di andare a prendere Nicolò all’asilo.

Addio corsa in campagna, sigh! Non avrei certo fatto maratone nè scatti da record (con il fiato che mi ritrovo e l’allenamento quasi nullo sarebbe impossibile), ma con i miei tempi e le mie soste una mezz’oretta di movimento mi ci voleva proprio. Va beh, rimanderò al prossimo weekend sperando che mi rimanga la voglia. Nel frattempo la serata è passata pulendo nuovamente le chiazze sul pavimento e prenotando l’appuntamento con la veterinaria.

Ah, ovviamente mio marito è in trasferta: si perde sempre i momenti migliori!

 

13 thoughts on “Di corsa

  1. koko Risposta

    Chissà perché certe cose toccano sempre alle mamme!
    Peccato per la tua corsa… anch’io sono ferma da più di una settimana per un imprevisto o per l’altro… 🙁

  2. firmatocarla Risposta

    Come dicevo… nuoooo, anche il gatto sgomitoso nooooo….
    spero invece che si sia capito quale sia il problema… e via, fuori, corri e vaiiii! ^_^

  3. Mamma avvocato Risposta

    Ecco, fosse capitato a mio marito avrebbe lasciato il pavimento come era e sarebbe andato a correre. Io avrei fatto come te ed addio corsa.
    Forse dovremmo rivedere le nostre priorità perché temo che questi incidenti capitino troppo spesso a tutte noi!!!

  4. la maggiolina Risposta

    Ciao ti ho scoperto tramite koko…bellissima l’immagine del gatto che vomita ovunque, è un’immagine che conosco bene dato che anche la mia piccola palla pelosa semina in giro cibo misto erba misto pelo…sigh!!!e la storia della corsa frenetica invece di quella campagnola? è una storia che conosco fin troppo bene…e alla fine sai che ho fatto?mi sono iscritta ad un corso serale di step, almeno così riesco a fare sport, e gatto, marito e figlia rimangono a casa ad aspettarmi!!!;) da oggi ti seguo volentieri! marta di lamaggiolina.blogspot.it

    • Mammaalcubo Autore articoloRisposta

      Andavo a zumba in pausa pranzo fino poco fa, poi con il lavoro nuovo ho dovuto rivedere la voce “sport”… ancora mi sto riorganizzando 😉
      Faccio un giro da te! ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *