Giocare con la geometria

Come se la cavano i tuoi ragazzi con la geometria? Che siano già alle prese con il calcolo di superfici e volumi o che stiano sperimentando i primissimi approcci alle diverse forme geometriche, c’è un gioco che fa per loro: il Geomag.

geomag cut

Come funziona

Il principio del Geomag è semplice e gli elementi sono solo due: sferette d’acciaio ricoperto di nichel e piccole barrette magnetiche. Nelle confezioni del gioco più complete esiste anche un terzo elemento, i panels, pannellini di varie figure geometriche da inserire come facce nelle costruzioni per renderle più stabili.

Geomag a scuola

Il Geomag è nato come un gioco, ma in realtà è molto di più: è un gioco didattico intelligente che può essere utilizzato per apprendere concetti e teorie in maniera concreta e tangibile.

L’ambito principale di applicazione del Geomag a livello didattico è la geometria e il suo punto di forza è la versatilità di utilizzo a seconda delle diverse fasce d’età.

Età prescolare

Creatività libera e geometria “per intuizione”. A 4-5 anni la creatività e la fantasia sono ai massimi livelli perchè non ci sono limiti, tutto è possibile nella mente di un bambino di quell’età perchè si basa sull’intuizione e sull’esperimento, a prescindere dalla fisica, dal calcolo e dalla logica. Oltre ai materiali tipicamente utilizzati per sviluppare le capacità manipolative e creative del bambino in età prescolare (pasta modellabile, sabbia, collage…), anche i Geomag sono perfetti perchè consentono di creare costruzioni e sagome illimitate sviluppando manualità, ragionamento e astrazione.

Scuola primaria

A scuola i bambini cominciano a studiare gli elementi di geometria veri e propri. Il Geomag può diventare utilissimo per visualizzare, toccare, costruire e smontare sia le figure piane che quelle solide, oltre che facilitare la conoscenza dei loro elementi (le sferette rappresentano i vertici, le barrette gli spigoli e le figure piane le facce). Barrette e sfere possono aiutare anche a comprendere meglio traslazioni, rotazioni e simmetrie.

Scuola secondaria

Per i più grandi il gioco non finisce, anzi. Io ho utilizzato il Geomag dei miei bambini con alcuni ragazzi a cui facevo ripetizioni: facevano fatica a visualizzare i solidi di cui dovevano calcolare superfici e volumi, così li abbiamo costruiti. Assegnare un “volto” all’area laterale è stato facilissimo, un gioco da ragazzi.

Learning by doing

Imparare la geometria usando i Geomag è un esempio efficace di learning by doing, “apprendere facendo”: se tocchi, sposti, vedi, fai, è più facile capire. Non vale solo per la geometria, ma per qualsiasi disciplina: se ci metti le mani, se fai qualcosa di concreto e condividi con altri un’esperienza, apprendere e comprendere diventa più facile (e divertente!).

Non aver paura che sia troppo presto o troppo difficile far giocare i bambini con la geometria: cominceranno a sperimentarla inconsapevolmente e crescendo prenderanno sempre più confidenza con i suoi elementi e calcoleranno il volume di un prisma con più facilità. Che diventino artisti,

 

chitarra geomag

o che costruiscano mano robotiche artigianali

mano robotica geomag 2

l’importante è che si siano divertiti e abbiano appreso la geometria come un gioco!


 
 

Web Hosting

 
 

4 commenti su “Giocare con la geometria

  1. Mamma Avvocato Rispondi

    Non so se questo è un post sponsorizzato o no, però ho provato questo gioco a casa di un’amichetta del nano e l’ho trovato intelligente e carino. Al ricciolino, come tutti i giochi di fantasia e costruzione, è piaciuto molto. Chissà che qualche genitore illuminato non gliene regali una scatola al compleanno, a cui manca davvero poco!!

    p.s. Forse con il metodo di cui parli, la geometria sarebbe piaciuto anche a me, che l’ho sempre detestata ed imparata (poco) a fatica!

    • Mammaalcubo Autore articoloRispondi

      Purtroppo per me non è sponsorizzato, tra Lego e Geomag abbiamo speso una fortuna!!!
      Dai una bella scatolina di barrette magnetiche è un regalo originale, suggerisci a chi di dovere 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *