Organizzare l’estate

È finita la scuola, dicevamo: ancora non abbiamo archiviato il materiale e ritirato la pagella che siamo già catapultati nel girone infernale dell’organizzazione dell’estate. Lo dice una a cui piace organizzare e che pianifica con un certo anticipo tutte le cose, ma i tre mesi di vacanza in estate sono un vero e proprio inferno per i genitori che lavorano.

Le proposte per giugno e luglio per fortuna non mancano, in agosto si va via qualche giorno ma comunque arrivare a metà settembre è parecchio faticoso. Organizzare l’estate è un duro lavoro da mamme (se conoscete qualche papà che lo fa, fatemi sapere!), e allora aiutiamoci!

Tipologie di proposte

Centri estivi comunali

In quasi tutti i paesi, certamente in città, il Comune organizza dei centri estivi presso le scuole. Tipicamente si gioca, si va in piscina, si fanno un po’ di compiti.

Campus sportivi

Le associazioni sportive si sono sbizzarrite: cerca nella tua zona se ci sono campus sportivi che facciano provare ai ragazzi una molteplicità di discipline che durante l’anno non avrebbero modo di sperimentare. Per i milanesi ad esempio ne organizzano diversi all’Idroscalo.

Campus scientifici

Se hai bambini appassionati di scienza, potrebbe essere un’idea fare provare loro un campus al museo, dedicato allo spazio o al giro del mondo. Oppure un Science camp per scoprire che chimica, fisica, matematica, robotica, biologia, geologia e botanica si possono imparare giocando e in maniera innovativa.

Campus tecnologici

Qui sono un pochino di parte: campus tecnologici dedicati alla programmazione, alla robotica, al web vissuto in maniera attiva.

Campus artistici

L’estate può essere l’occasione per approfondire le proprie passioni anche in tema di arte, danza, teatro

Oratori estivi

L’ho messo per ultimo ma noi siamo partiti proprio da qui perchè un’estate senza oratorio estivo non si può proprio fare 🙂

Il tema proposto quest’anno dalla FOM (Fondazione Oratori Milanesi) è Tutti a tavola, per sensibilizzare i ragazzi al tema dell’alimentazione, fisica ma anche spirituale.

Criteri di scelta

La fase più difficile è quella di raccolta delle informazioni: in base alla zona geografica in cui si abita le proposte estive variano moltissimo e quindi la prima regola è: informarsi!

Vanno valutati e tenuti inconsiderazione diversi fattori per la scelta del/dei campus:

  • logistica: il centro estivo deve essere comodo da raggiungere, perché sostituirà la scuola per diverse settimane.
  • prezzi: variano molto da proposta a proposta. A volte è il primo criterio di scelta, soprattutto se si hanno più bambini.
  • attività proposte e organizzazione della giornata: troppo tempo libero può essere noioso, al contrario troppe attività possono mettere ansia invece di far divertire e rilassare. Chiedete cosa faranno i vostri ragazzi ai campus e come passeranno la giornata, fa la differenza!
  • attitudini del bambino: un giocatore di calcio h24 forse non sarà interessato ad un campus al museo, un bambino più tranquillo magari non sarebbe interessato a provare 29458729 sport. Ok i prezzi e la logistica, ma non dimentichiamo che le vacanze sono dei nostri bambini e hanno tutto il diritto di fare attività piacevoli e divertenti che meglio si adattino alla loro personalità.

 

Hai già scelto cosa far fare ai bambini in vacanza? Noi stavolta abbiamo scelto un mix di oratorio, tecnologia e sport.

In bocca al lupo per l’organizzazione estiva a noi e buon divertimento a loro!!!

 

6 thoughts on “Organizzare l’estate

  1. laura Risposta

    …se poi i figli sono tanti e di diverse età rimangono le loro simpatie/antipatie da verificare dove vanno, l’età minima accettata, gli orari dei diversi centri per organizzare distribuzione e recupero. Per fortuna a 10 anni hanno anche voglia di partire in colonia o con gli scout…

    • Mammaalcubo Autore articoloRisposta

      Giusto, orari e logistica vanno incastrati alla meglio. Così come eventuali amicizie inseparabili 🙂
      Per noi non è ancora arrivato il momento della vacanza da soli: quest’anno il grande sarebbe andato volentieri in montagna con il gruppo di atletica ma avevamo già prenotato e pagato la settimana tecnologica… sarà per l’anno prossimo!

  2. veroveromamma Risposta

    noi facciamo l’organizzazione estiva casalinga….. arrivano i cugini da roma e la passiamo con loro in spiaggia e in giro per le nostre montagne con escursioni brevi o picnic improvvisati…..
    il grande è andato 3 giorni con il campus estivo della scuola ……..
    stando a casa e lavorando da casa riesco a gestirli (a volte!!!) e c’è sempre pieno di amichetti e la noia no sta proprio di casa!!!!!!
    se avessi tutta questa scelta di campus però quello scientifico sarebbe tanto piaciuto alle mie pesti!!!!!!!
    belle queste attività!!!!

    organizzarsi è fondamentale e non bisogna tralasciare nulla!!!

    grazie veronica

    • Mammaalcubo Autore articoloRisposta

      Anche l’organizzazione in casa non dev’essere meno complicata, anzi! Età diverse, gusti diversi… è un lavoraccio ma sembra che te la stai cavando benissimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *