Piccole grandi conquiste

E’ stato un weekend intenso: di eventi e di emozioni, di conquiste arrivate quando non te l’aspetti e sei presa da altri mille pensieri.

Avevo il chiodo fisso, volevo farmi una corsetta da alcuni giorni e non essendoci riuscita quando ne avevo così voglia ha fatto sì che tutte le attività casalinghe del sabato mattina fossero orientate a quella sensazione di leggerezza e libertà che solo quattro passi in campagna possono dare.

Così nel tardo pomeriggio ci siamo preparati tutti per una parentesi di sport e relax: io in tenuta runner, pure papà abbigliamento comodo con destinazione parco, Gabriele ha voluto provare i roller ereditati dalla zia e Nicolò è salito in sella alla biciclettina (pure questa ereditata, dal fratello) con l’intenzione di pedalare.

biciParentesi di spiegazione: la bici con le rotelle in questione è in garage da un anno, pronta a macinare chilometri e chilometri di vivacità.

Ma Nicolò non l’ha mai degnata di uno sguardo, la portava a mano in cortile o se ci saliva non provava nemmeno a pedalare, dicendo a priori che non riusciva.

Invece sabato ha deciso che voleva andare in bici, e in un attimo eccolo sfrecciare come se avesse pedalato da sempre!

Contemporaneamente Gabry ha deciso che voleva imparare ad andare con i roller: con le maestre e i suoi compagni è andato a pattinare sul ghiaccio e si sentiva abbastanza confident con il movimento. Infatti, nonostante i pattini più grandi di svariati numeri, è partito sicuro senza cadute nè scossoni.

Ero pronta per andare a correre, ma ho dovuto fermarmi un attimo per guardarli e riguardarli, innamorata dei loro sorrisi e della loro felicità. Erano felici di avercela fatta, di aver voluto fare da soli, di aver imparato una cosa nuova che non solo diverte, ma dà una soddisfazione immensa.

Quante volte noi grandi dimentichiamo la fatica che si fa a provare e imparare cose nuove… L’esperienza di cadere, e rialzarsi, e riprovare. La bellezza di riuscire. La felicità di un momento, vissuta così intensamente e semplicemente allo stesso tempo.

roller

La mia corsetta alla fine è stata decisamente ridicola, mi sono bastati pochi minuti di sudata e di fiatone per togliermi lo sfizio. E poi avevo troppa voglia di vedermeli in pista tutti orgogliosi e ansiosi di farmi vedere i progressi fatti in quei pochi minuti di assenza 😛

Questo post partecipa al blogstorming.

 

4 thoughts on “Piccole grandi conquiste

  1. firmatocarla Risposta

    che meraviglia!!! ognuno con la sua fetta di soddisfazione e tu a godertela alla grande 😀 e brava per quella corsetta, tutto sommato valeva la pena godersi i cuccioli, no ? 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *