Tagliare i capelli a casa

I giorni passano e i capelli di tutta la famiglia si allungano (a qualcuno diventano anche più bianchi!). Eh già, le settimane di quarantena si susseguono indefinite e anche un po’ infinite, con tutti i negozi e i servizi non essenziali chiusi e l’impossibilità di uscire da casa se non per necessità impellenti. Non parliamo adesso della difficoltà a mantenere, non dico serenità, ma quel tanto che basta di sanità mentale per resistere allo smartworking con la didattica a distanza in contemporanea in 80 metri quadri e i ragazzi segregati da due mesi. Parliamo invece di… capelli?

Come si fa a resistere dei mesi senza tagliare i capelli? Per chi ha un corto da mantenere è una bella prova! E la tinta per noi mamme che non vogliamo arrenderci al grigio? Che fare?

Con il passare dei giorni chiusi in casa il mondo si è diviso in due sulla questione capelli: i pazienti e i temerari. C’è chi aspetta che riaprano i saloni per una sistemata alla chioma e chi invece non riesce a stare con le mani in mano e si improvvisa parrucchiere. Io appartengo alla squadra dei temerari, detti anche impazienti – o incoscienti, dipende dalle circostanze ^_^… E tu?

Ammetto che mi è sempre piaciuto sperimentare con il taglio dei capelli dei miei bambini e quando è arrivata la quarantena non ero impreparata. Anche la tinta ogni tanto la faccio a casa e così nel tempo mi sono organizzata con i materiali necessari. Certo, appena riapriranno i parrucchieri non vedo l’ora di farmi coccolare come si deve, ma con qualche piccolo accorgimento nel frattempo cerco di mantenere una situazione di presentabilità.

Se anche tu fai parte degli impazienti e stai cercando idee e consigli su come gestire i capelli a casa, ecco il post che fa per te! Ecco qui i miei “mai più senza” in tema di capelli fai da te!

Tinta fai da te

Partiamo dal colore, gioia e dolore di chi ha cominciato a fare i conti con i capelli bianchi e periodicamente deve dare una ripassata. Ovviamente rientra nel discorso anche chi vuole fare dei riflessi al suo colore naturale o semplicemente ha voglia di cambiare, ma in questo caso si può anche aspettare con calma la riapertura. Se invece appartieni alla crew “ricrescita” ti consiglio di fare un tentativo.

Scelta del colore

In commercio ci sono diversi colori e soluzioni, c’è l’imbarazzo della scelta. Io ho cominciato a farmi dei riflessi mogano quando andavo al liceo, una volta ho provato il nero-blu ma alla fine torno sempre al mio castano scuro.

Il primo consiglio che ti do è di non allontanarti troppo dalla tua base naturale. Il secondo è di semplificare: se devi fare da sola (non vale se hai la sorella parrucchiera!!!) meglio stare su un colore uniforme, semplice da applicare, che copra le radici e non crei troppo contrasto con le punte. Lascia perdere colpi di sole, shatush e balayage, per quelli ci vogliono i professionisti!

Attrezzatura necessaria

Se vuoi provare a farti la tinta a casa ti consiglio di procurarti una ciotolina e un pennello per l’applicazione. I guanti di solito sono inclusi nella confezione, ma sono abbastanza scomodi e ti suggerisco di usarne un paio in lattice della tua misura.

Ti servirà poi un pettine per distanziare le ciocche. Se hai i capelli lunghi avrai già spazzole & company per la piega abituale di un liscio, oppure schiuma e diffusore per i ricci.

Applicazione del colore

Prepara la tinta nella ciotola seguendo le indicazioni che trovi nella confezione. Sui capelli asciutti parti da dove hai la riga e comincia a stendere un po’ di colore sull’attaccatura con il pennello. Prendi una piccola ciocca con il pettine vicino a dove hai messo il primo colore e ripeti l’operazione: stendi un altro poco di colore sulle radici. Procedi su entrambi i lati sempre con il duo pettine-pennello. Alla fine distribuisci la miscela che rimane sulle punte aiutandoti con le mani.

Aspetta il tempo indicato (solitamente 20-30 minuti) e sciacqua il colore, sempre usando i guanti. Quando l’acqua rimane pulita, lava i capelli come al solito e procedi con asciugatura e piega. Et voilà!

tinta-fai-da-te-casa

Taglio dei capelli a casa

Arriviamo ora alla parte più difficile: il taglio! Anche in questo caso vorrei darti un paio di consigli: utilizza dei buoni strumenti e comincia con obiettivi semplici. Se non hai mai tagliato i capelli ai bambini o al marito, ad esempio, puoi fare una rasatura uniforme con la macchinetta impostando una misura fissa. Se devi regolare il ciuffo, una sforbiciata che segue il taglio già presente potrebbe essere fattibile, ma per aggiustare una scalatura intera magari aspetta la riapertura dei parrucchieri.

Attrezzatura necessaria

Forbici normali, forbici per sfilare, pettine, mantellina (in alternativa, usa un asciugamani grande).

Per un taglio corto ti servirà l’attrezzo fondamentale: la macchinetta per capelli. Anche in questo caso ce ne sono molte in commercio: ti consiglio di sceglierne una con il pettine regolabile in molte misure, in modo da poter scegliere, ed eventualmente cambiare, la misura di taglio a seconda delle tue esigenze.

rasoio-forbici-tagliare-capelli-casa

Procedimento

Disponi la mantellina sulle spalle della vittima persona che si sottoporrà al tuo taglio, bagna leggermente i capelli ed eventualmente fissa con delle mollette le parti da tagliare in un secondo momento.

Questi sono i passaggi che uso da 13 anni a questa parte con i miei uomini (2 su 3 a dir la verità, perché il taglio del marito è molto più semplice: 3mm everywhere). L’ultimo step è quello fondamentale, mi raccomando ^_^

Attenzione alle orecchie e… via! Buona visione e buona sperimentazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *